Migliori carte prepagate con iban 2021: classifica e guida all’acquisto

1° HYPE Start

hype start

Circuito: Mastercard

CanoneGRATIS

Limite di spesa: 2.500 € / giorno

Limite di prelievo: 250 € / giorno

Richiedi la carta


2° YAP

carta prepagata Yap

Circuito: MasterCard

CanoneGRATIS

Limite di spesa: NO (illimitato)

Limite di prelievo: 250 € / giorno

Richiedi la carta


3° ViaBuy

carta prepagata viabuy

Circuito: MasterCard

Canone: 19,90 € / anno

Limite di spesa: 2400 € / giorno

Limite di prelievo: 2400 € / giorno

Richiedi la carta


4° Soldo

soldo business

Circuito: MasterCard

CanoneGRATIS

Limite di spesa: 20.000 € / giorno

Limite di prelievo: 1.500 € / giorno

Richiedi la carta


Oggi è sempre più necessario scegliere delle soluzioni di pagamento che consentano di fare acquisti online, prelievi, transazioni ecc. in modo semplice e immediato. Ecco perché sempre più banche stanno generando carte prepagate con IBAN, un’ottima soluzione che abbatte i costi di gestione del conto e consente di effettuare acquisti in tutta sicurezza sui vari e-commerce.

Sono ottime per chi viaggia, ma anche per chi vuole godersi la vita senza dover pensare al proprio conto corrente. In questa guida, scopriremo cosa sono le carte prepagate con IBAN e come scegliere quella adatta alle proprie esigenze.

Cosa sono le carte prepagate con IBAN

La carta prepagata con IBAN è una soluzione davvero comoda per gestire il proprio denaro e ricevere o inviare soldi. Si tratta di una carta prepagata con una serie di caratteristiche: funziona esattamente come una prepagata, ovvero deve essere caricata con del denaro per funzionare, ma è riconosciuta come una carta di credito. Tuttavia, è munita anche di IBAN che la collega a un vero e proprio conto bancario con cui effettuare bonifici, pagare bollettini, percepire lo stipendio e molto altro.

Le carte prepagate con IBAN sono rilasciate da una banca, un istituto di credito o un ente e sono davvero facili da attivare, come vedremo nel prossimo capitolo.

Come funziona una prepagata con IBAN

Il funzionamento delle carte prepagate con IBAN è semplicissimo. Per ottenerne una, basta contattare l’ente che la emette e richiedere la carta prepagata con IBAN. Di solito è sufficiente riempire un modulo online e fornire i propri dati personali. La banca chiede anche la scansione dei documenti per verificare l’identità del possessore.

Dopo in genere una o due settimane, la carta viene spedita direttamente a casa del richiedente con una serie di indicazioni per la sua attivazione. Questa procedura è davvero semplice e non occupa più di dieci minuti. Da questo momento in poi, il proprietario della carta può gestire un conto corrente con delle spese davvero irrisorie (spesso anche solo un euro al mese!) e avrà ottenuto una carta di credito e un IBAN allo stesso tempo.

Potrà quindi scambiare soldi con pochissime, o anche zero, commissioni, prelevare agli sportelli ATM, fare acquisti nei negozi fisici e su e-commerce, pagare i bollettini, i MAV, i RAV, inviare e ricevere anche piccolissime somme di denaro da amici, parenti o sconosciuti. Di solito è sufficiente fornire una mail o un numero di cellulare per consentire a una persona di inviare il denaro.

Come deve essere una buona carta prepagata con IBAN

Ormai tantissime banche hanno deciso, per convenienza, di offrire delle carte prepagate con IBAN. Scegliere la migliore, dunque, non è mai semplice. Tuttavia, ci sono dei criteri che si possono valutare per comprendere quale sia la migliore carta prepagata con IBAN in linea con le proprie esigenze.

Costi di gestione

Un parametro da tenere assolutamente in considerazione è il costo del mantenimento del conto corrente. Le carte prepagate con IBAN di solito richiedono commissioni davvero economiche, come un euro al mese, o al massimo venti euro l’anno. Un bel risparmio in confronto ai conti corrente tradizionali.

Circuito associato

Una carta prepagata con IBAN deve innanzitutto essere accettata dai principali e-commerce, POS e sportelli automatici. Ecco perché è necessario verificare il circuito a cui è associata la carta e verificare che sia accettato nel proprio paese, in quelli che si vogliono visitare e sui vari e-commerce che si frequentano. Il più diffuso è ovviamente Mastercard.

Costi di commissione

Anche in questo caso, le carte prepagate hanno abbattuto al massimo i costi legati alla gestione del denaro. Infatti, i prelievi e i bonifici prevedono zero commissione o una percentuale così bassa da essere irrisoria. Ovviamente, più una carta consente di effettuare operazioni a minor prezzo e maggiori probabilità avrà di essere quella migliore per te.

Margini di deposito e di spesa

Ci sono delle carte pensate per i ragazzi più giovani e altre per i professionisti in base alle cifre che si possono depositare in un anno o anche ai limiti di spesa. Questi ultimi si possono personalizzare o dalla app o con l’intervento della banca in alcuni casi. Il primo tetto, invece, dipende dall’ente e dal tipo di carta che si vuole ottenere. Spesso le carte offrono più abbonamenti, uno di base con meno costi, ma anche un tetto massimo di deposito basso, e uno premium dedicato ai lavoratori o comunque a chi deve depositare molti soldi su un conto.

Modalità di deposito

Ci sono carte con IBAN che consentono di depositare dei soldi recandosi presso lo sportello della banca, presso gli ATM automatici o anche in tabaccheria e supermercato. Un gran vantaggio per non perdere tempo a fare la fila in banca.

App

Ogni carta prepagata con IBAN è collegata a una app dove è possibile verificare i propri movimenti e il saldo sul conto. Questa dovrebbe essere semplice da usare e intuitiva. Quindi, quando si decide di ottenere una carta prepagata, è bene verificare anche che l’app sia funzionale e affidabile.

L’app consente non solo di effettuare bonifici, pagamenti, donazioni, in generale di trasferire e controllare il denaro, ma anche di generare dei fondi di risparmio. Infatti, ormai quasi tutte consentono di “congelare” una certa cifra e di non permetterti di spenderla fino a che non raggiungi l’ammontare che avevi deciso di risparmiare.

Altre funzionalità

Le carte prepagate con IBAN potrebbero offrire la possibilità di pagare contactless e di velocizzare quindi quegli acquisti di poche cifre. Tuttavia, per acquisti consistenti è sempre richiesto un PIN per sicurezza. L’assistenza è garantita un po’ in tutti gli enti, anche se quelli che hanno filiali in giro per l’Italia sono certamente più affidabili e pronte.

Altra funzionalità che ormai un po’ tutte offrono è la possibilità di usufruire del cashback di stato sugli acquisti online presso i partner dell’ente. Alcuni enti, poi, attraverso queste carte prepagate possono versare direttamente i prestiti erogati sul conto corrente del ricevente.

Vantaggi delle carte prepagate con IBAN

I vantaggi delle carte prepagate con IBAN sono davvero numerosi:

  • possibilità di effettuare pagamenti elettronici veloci e spesso contactless
  • possibilità di pagare su internet con un metodo affidabile e simile a una carta di credito
  • facilità di deposito attraverso visita in filiale, in tabaccheria o persino al supermercato
  • transazioni veloci e denaro subito disponibile in caso di deposito o invio da un IBAN della stessa emittente
  • costi di gestione e commissioni bassissimi
  • app da cui gestire il flusso del denaro
  • possesso di un conto corrente vero e proprio
  • possibilità di accedere al cashback di stato
  • possibilità di generare programmi di risparmio
  • semplicità d’uso
  • possibilità di pagare bollettini, bollo dell’auto, assicurazione, tasse ecc. direttamente dall’app
  • possibilità di accedere a dei prestiti con tasso veramente minimo
  • carta collegata a un numero di cellulare per velocizzare le transazioni
  • possibilità di bloccare la carta con un semplice tocco sullo smartphone.

Costi delle carte prepagate con IBAN

I costi delle carte prepagate con IBAN sono molto contenuti dall’attivazione fino all’uso. Ci sono infatti carte prepagate che si attivano gratuitamente e che vengono spedite a casa senza costi aggiuntivi.

Altre, invece, richiedono una spesa contenuta, massimo 10€ per ricevere la propria carta direttamente a casa. I costi di attivazione, di solito, non sono previsti. Il canone è mensile o annuale e non supera quasi mai l’euro o i due euro al mese. I costi di commissione solitamente non sono previsti, oppure non superano i due euro per un bonifico.

Si risparmia persino sulla notifica di avvenuto pagamento. Ci sono infatti delle carte collegate a vecchi enti che potrebbero richiedere qualche centesimo per la notifica sullo smartphone che segnala al proprietario della carta che qualcuno ha fatto un pagamento. Nel caso delle prepagate con IBAN, basta aprire l’app per scoprire se sono avvenute delle transazioni.

A chi sono rivolte le carte prepagate con IBAN

Avendo delle spese molto basse ed essendo molto facili da usare, le carte prepagate con IBAN sono particolarmente adatte ai giovani e agli studenti. Tuttavia, anche per i professionisti che effettuano molte transazioni durante la settimana potrebbero essere un’ottima soluzione per risparmiare sulle spese di gestione e transazione.

Per via della facilità d’uso e della possibilità di essere sempre connessi con il proprio conto corrente, queste carte sono perfette anche per i viaggiatori che cercano un modo pratico, sicuro e veloce per pagare in hotel, negozi ecc. sparsi in tutto il mondo.

Le carte prepagate con IBAN sono state inoltre pensate per chi effettua spesso acquisti online e cerca un modo sicuro e veloce di pagare, ma anche per chi non vuole perdere tempo a fare la fila in banca per un deposito o un bonifico. Questi strumenti offrono una facilità d’uso e una versatilità impareggiabili!

Migliori carte prepagate con iban 2021: classifica e guida all’acquisto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su