Recensione carta Revolut

La carta Revolut è una delle più famose presenti. Nata relativamente da poco, ha avuto un successo clamoroso per tanti vantaggi che offre rispetto ad altre.

Proprio per questo, abbiamo pensato di fare una recensione, in modo che tu possa avere le idee ben chiare su questa carta.

Le caratteristiche principali

La carta Revolut è adatta per chi viaggia molto spesso, sia per diletto che per lavoro. Una delle sue caratteristiche è l’applicazione di tassi di cambio estremamente vantaggiosi rispetto ad altri e non ci sono commissioni.

O, comunque, sono molto basse. Nel (lungo) paragrafo dedicato ai costi – dove abbiamo voluto essere dettagliati – ti daremo i dettagli per quanto riguarda i due piani che puoi scegliere.

I costi

I due piani a cui facciamo riferimento sono la Revolut Standard e la Revolut Premium. La differenza sostanziale tra i due piani è che il primo è gratuito e il secondo è a pagamento. Quest’ultimo, ovviamente, offre molte più cose.

Nel piano standard non ci sono costi che ti verranno addebitati, se non (facoltativo) la consegna presso l’indirizzo che tu hai scelto, al costo di 6€. Per tutte le altre fasi – dall’attivazione del’account al caricamento dei soldi – puoi dormire sonni tranquilli. Se, però, effettui una transazione superiore a 500 sterline o comunque prelevi più di 200€ al mese dovrai pagare una piccola commissione pari al 2%.

Se non la usi molto, questo è il piano che fa per te. Se, invece, viaggi all’estero molto spesso, il consiglio è di passare al piano Premium. Il costo non è neppure elevato poiché si tratta di 7,99€ al mese: con questa cifra cancellerai tutti i limiti di prelievo e scambio denaro. Diventano gratuite, inoltre, le transazioni superiori alle 500 sterline.

Inoltre, sono comprese varie assicurazioni che possono tutelarti, come ad esempio quella che ti garantisce in caso di smarrimento. Priorità per quanto concerne il servizio di customer care: tu paghi e, quindi, hai un accesso riservato. E, anche se praticamente potrebbe non fregartene, con questo piano potrai anche scegliere il colore della carta che dovrà arrivarti. Una piccola chicca, per rendere ancora più personale la tua carta.

A fronte, quindi, di costi così bassi, i vantaggi sono notevoli e, quindi, non puoi non approfittarne. Magari comincia con il piano gratuito per prendere ‘confidenza’ e, poi, fare il salto con il piano Premium, in modo da poterlo sfruttare al massimo per i tuoi viaggi e per i tuoi lavori.

Recensione carta Transferwise

La carta di cui ti parliamo oggi è la Transferwise. Una carta che ha diversi vantaggi, derivanti dal fatto che nasce da un servizio finanziario che opera in ben 40 valute diverse. Non a caso, infatti, è stata creata soprattutto per chi viaggia molto, che sia per lavoro o per svago, e per i nomadi digitali.

Persone, cioè, che possono svolgere il loro lavoro in qualsiasi angolo del mondo, basta che dispongono di una connessione internet. Senza recarsi necessariamente ogni giorno in ufficio.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio le caratteristiche principali di questa carta.

I vantaggi

La carta Transferwise, emessa dall’omonimo servizio finanziario, è una ‘carta conto’ e gira sul circuito Mastercard. Già questo deve farti pensare come sia una carta mondiale, nel senso che può essere utilizzata dappertutto. Considerando proprio il fatto che Mastercard è un circuito che, praticamente, è presente in ogni angolo del globo.

Il limite di spesa è davvero molto alto: ben 20mila euro al giorno, adatto, appunto, ai lavoratori. Il limite di prelievo è, invece, della metà, attestandosi sui 10mila euro. Sempre ogni 24 ore.

Può essere associata a un IBAN ed è anche contactless. Non è tutto, perché i vantaggi non finiscono certo qua. Che tu abbia un iPhone o un Android non fa differenza, poiché è compatibile sia con Apple Pay che con Google Pay.

Ma, prima di passare all’angolo dei costi, ecco i suoi punti di forza. Innanzitutto, puoi ‘commercializzare’ con questa carta con oltre 50 valute al tasso reale e hai 5 numeri di conto internazionali. I trasferimenti sono esattamente a tasso reale. Zero sorprese, per intenderci.

I costi

Spesso capita che devi pagare una tantum per attivare la carta. Molte volte è così ma in questo caso non sono previsti costi di attivazione. Così come è assente il canone annuale.

Gratis pure i prelievi fino a 200 sterline inglesi mentre se superi questa cifra la commissione può variare a seconda del prelievo, poiché si basa sulla percentuale del 2% sul totale.

I bonifici per le stesse valute (magari quelli che fai comunemente tra amici) non prevedono un costo aggiuntivo mentre se sono tra valute diverse potrai beneficiare del vero tasso di cambio reale e le commissioni non alte.

Oltre a essere molto chiare e non prevedere nessun costo ‘a sorpresa’. Se ti piace lavorare in giro per il mondo, allora questa è davvero la carta che può fare al caso tuo.

Recensione carta Wirex

La carta Wirex porta con sé due particolarità molto sui generis che, poi, approfondiremo in questa recensione. Infatti puoi scegliere sia il modello fisico che quello virtuale e poi scambiare anche bitcoin.

Ma vediamo tutto nel dettaglio.

La carta virtuale e quella fisica

Partiamo proprio dalle due tipologie di carta Wirex che puoi avere: fisica e virtuale. Per quanto concerne la prima, ti ritroverai, ovviamente, con la classica carta che puoi utilizzare ogni giorno, nei negozi, per prelevare contanti o per acquistare online. I pagamenti sono, ovviamente, sicuri al massimo, anche grazie all’uso incrociato di app, PIN e chip. La consegna è gratuita.

Per la carta virtuale, invece, non dovrai aspettare la consegna anche se il limite è il suo utilizzo soltanto online e non nei negozi fisici. Il rilascio è gratuito e puoi decidere tra dollari, euro e sterline.

Le caratteristiche

Emessa dalla WaveCrest Holdings Limited, gira attraverso il circuito VISA ed è particolarmente indicata se ne fai un uso personale. Non è contactless e il colore è quello standard. Non è particolarmente indicata per le aziende anche per il limite di spesa pari a ‘soli’ 5.000€ al giorno e un prelievo di 2.000€ al giorno. Il plafond è di 10.000€.

Il colore è standard.

I costi

Il canone non è altissimo, per quanto offre. Si tratta di soli 14€ all’anno con una quota di rilascio pari a 17€. Inoltre, puoi anche inviare e ricevere bitcoin. Questo è un punto fondamentale. Magari non ci credi alle criptovalute, però sono comunque una realtà che va presa in considerazione e che molti, ancora oggi, ignorano.

Gli acquisti, sia nei negozi fisici che quelli offline, non prevedono commissioni aggiuntive. Sia che compri in Euro che in qualsiasi altra valuta. Il prelievo da un bancomat nazionale ha un costo di 2,25€ se è in euro, 2,50 dollari americani se la valuta è di USD e 1,75 sterline inglesi se la valuta è in GBP. Invece, da bancomat internazionale è rispettivamente di 2,75€, 3,50 dollari e 2,25 sterline. Il servizio mensile ha un costo di 1 dollaro, 1 euro o 1 sterlina. È a pagamento anche la variazione del codice PIN: 1 dollaro, 80 centesimi o 0,60 sterline. Il cambio di bitcoin non ha un costo aggiuntivo così come il trasferimento tra account e il trasferimento internazionale. Senza ulteriori costi sono anche tutte le varie operazioni che vengono effettuate in valuta estera.

Recensione carta illimity

Questa è una recensione un po’ particolare. Perché dovremmo di tre possibilità di scelta. È proprio questo uno dei punti di forza della carta Illimity. Vediamoli insieme.

La carta di debito Illimity

Con questa carta di debito puoi acquistare o prelevare i contanti attraverso il circuito Mastercard. Ci sono delle soglie da rispettare che, comunque, puoi anche personalizzare.

Inoltre, è gratuita per i clienti Illimity. Se hai il conto Plus i prelievi in UE sono gratuiti se superiori a 100€ e costano 1,50€ se inferiori a 100€. Invece, con il conto Smart hai 3 prelievi gratuiti al mese per gli importi a partire da 100€. Dopo ti costano 1,50€ a prelievo.

Nei paesi fuori dall’UE rimane gratis con il conto Plus da 100€ a salire mentre per quelli inferiori il costo sale a 2€. Due euro è anche il prelievo fisso con il conto Smart. Il massimale mensile è di 3mila euro. Compatibile con Google Pay e Apple Pay, ti permette di attivare il servizio di SMS Alert.

La carta di credito Illimity

 Tutti i clienti Illimity possono richiedere questa carta di credito e, se tutto è ok, ti viene spedita direttamente a casa. Anche in questo caso, puoi personalizzarla.

Con il conto Plus non è previsto il costo per il canone annuale mentre con quello Smart dovrai pagare 20€ ogni 12 mesi. Questa carta ti permette di acquistare online e il massimale mensile è di 1500€, anche se in casi specifici puoi chiedere di aumentare la soglia.

Per l’anticipo del contante c’è una commissione del 4%, con un minimo di 0,52€ per le operazioni in Euro e di 5,16€ per quelle non in Euro.

È compatibile con Apple Pay e Google Play e puoi attivare il servizio di SMS Alert e attivare delle aree geografiche di pagamento.

La carta prepagata Illimity

Puoi scegliere tra 5 bei colori e dare un tocco di vitalità alla carta stessa. Ma, ovviamente, c’è molto di più, non solo estetica. Il canone di rilascio è di 15€ ma ci sono delle promozioni che ti consentono di azzerare il costo.

Puoi decidere di attivare la modalità degli acquisti online e i prelievi costano 2€ cadauno, indipendentemente se sei in zona euro o meno. La disponibilità massima non può superare i 12.500€ e puoi ricaricarla nei punti SisalPay, su Nexy oppure con l’app Nexi Pay. Compatibile sia con Apple Pay che con Google Pay.

Recensione carta widiba

La carta Widiba si sta inesorabilmente diffondendo sempre di più. E, quindi, è giunta l’ora di preparare una recensione che potrai leggere direttamente in queste righe.

Le caratteristiche principali

Con la carta Widiba puoi fare un bel po’ di operazioni. Infatti, oltre naturalmente a poter pagare in un classico negozio fisico, puoi anche fare le tue compere online, nella massima sicurezza.

Oltre ai classici sistemi tecnologici in tal senso, è possibile anche attivare un comodo servizio di SMS alerting (o anche e-mail, volendo). È sia contactless che ‘chip&pin’ e puoi collegarla a un conto corrente online.

‘Gira’ sul circuito VISA. Il plafond a cui puoi arrivare è 1500€ nella versione ‘classic’ e, per una eventuale carta sostitutiva, non ci sono costi ulteriori.

I costi

Come per tutte le carte, ci sono dei piccoli costi da affrontare. Si parte dalla modica cifra di 5€ ogni 3 mesi e la commissione per l’anticipo di contante è del 4% rispetto al totale (anche se c’è un minimo di 2,50€).

È del 2%, invece, la commissione sulle operazioni in un’altra valuta e se decidi di attivare un servizio di emergenza dovrai sborsare 10€. Ma, per eventuali blocchi della carta c’è a disposizione un numero verde se chiami dall’Italia e un altro numero il cui costo dipende dal tuo piano tariffario se chiami dall’estero.

Come ribadito, non ci sono costi per una eventuale sostituzione.

Ci sono differenti versioni della carta. Ad esempio, quella ‘Gold’ ha sì un costo di 12,50€ ogni tre mesi ma, ad esempio, il plafond sale a 5mila euro. Il costo del canone mensile è uguale anche per quella OroNero ma il plafond arriva anche a 10mila euro.

Puoi, comunque, effettuare anche delle piccole modifiche personalizzate rispetto al piano tariffario pagando delle piccole cifre in più che possono variare dai 20€ ai 60€ all’anno

Requisiti per richiedere la carta Widiba

Le condizioni per richiedere la carta Widiba sono le classiche per chi ha un conto corrente. Il primo è, ovviamente, averlo proprio con Widiba. Inoltre, dovrai essere una persona che non ha avuto particolari problemi economici in passato.

Non essendoci, però, una lista di parametri molto è anche a discrezione della banca stessa ma, sicuramente, avere un buon saldo sul proprio conto corrente, unito all’accredito della pensione o dello stipendio possono sicuramente essere un punto a tuo favore.

Ti consigliamo, comunque, se vuoi attivarla, di chiedere direttamente maggiori informazioni.

Recensione carta Easyplus

Questa volta la recensione verte sulla carta Easyplus. Una carta che offre diversi vantaggi e viene emessa dalla banca Crédit Agricole. Ecco tutte le caratteristiche e i vari costi che ci sono.

Partiamo dalle prime.

Le caratteristiche

Emessa, come detto, dalla Crédit Agricole è una carta conto e ‘gira’ attraverso il circuito Mastercard. Ciò significa che è praticamente ‘mondiale’ essendo quel circuito uno dei più utilizzati dai vari paesi del mondo intero.

Necessita di IBAN ed è anche contactless. Se il funzionamento senza contatto può generarti qualche preoccupazione, beh, sappi che con la carta EasyPlus la tua sicurezza è messa al primo posto in assoluto, anche grazie alla tecnologia 3D Secure.

Funziona normalmente anche con Apple Pay e Google Pay e puoi farla funzionare anche senza andare necessariamente in una filiale fisica. Ciò significa che il suo funzionamento è indipendentemente, appunto, dalla tua filiale di riferimento.

È facoltativa, inoltre, l’opzione che ti permette di attivare i pagamenti via web per la tua carta.

I costi

Non è previsto alcun costo di attivazione e per il primo anno non paghi nulla. Gratis sono anche i prelievi e l’apertura del conto a cui devi associarle non prevede nessun costo.

Anche l’internet banking è gratuito così come non hanno alcun prezzo neppure le domiciliazioni bancarie. Per quanto riguarda i prelievi c’è bisogno, invece, di fare qualche precisazione: è vero, come abbiamo scritto sono gratis ma solo se:

  • L’ATM è di Crédit Agricole;
  • Prelevi al massimo 24 volte (quindi una media di due volte al mese) presso ATM di altre banche;
  • Dalla 25esima volta il prelievo costa 2,10€.

I bonifici SEPA online sono gratis mentre il bonifico istantaneo ha un prezzo minimo di 0,90€ ma può superare questa cifra poiché è pari allo 0,05% dell’importo del bonifico stesso.

I vantaggi

Il conto può essere gestito attraverso un’app dedicata, ovviamente gratuita e compatibile sia con il sistema IOS che Android. Addirittura, puoi accedere al tuo profilo anche con l’impronta digitale, scavalcando, magari, il fatto che con la password un hacker potrebbe comunque entrare. Si può fare, quindi, tutto online e ciò è un grande vantaggio. L’unica accortezza sono i limiti di spesa: 5mila euro al giorno che puoi spendere mentre, per quanto concerne i prelievi, parliamo di 2500€. Sempre al giorno. Non sono proprio cifre piccole. Non a caso questa carta è dedicata a chi ha una certa liquidità da poter spendere.

Recensione carta Monese

La recensione della carta Monese non può prescindere da un fattore molto particolare: ti consente di avere due conti in uno. Ma andiamo subito al sodo che le cose da dire sono davvero tante!  

Caratteristiche

Cominciamo proprio da questa particolarità. È vero, la carta è una così come il servizio è uno ma ci sono due conti in valuta diversa: l’Euro e la sterlina (GBP). Senza che, però, tu possa avere qualche problema al riguardo.

A questo doppio conto, quindi, potrai associare una carta prepagata per l’Euro e una per la Sterlina, dopo che ti sei registrato.

La carta è contactless e ‘gira’ sul circuito Mastercard. Ciò significa che non avrai problemi, anche nelle città meno comuni e ti basta semplicemente un solo tocco.

L’assistenza, inoltre, è multilingue, dato che puoi richiedere una consulenza in una delle 14 lingue disponibili. Inoltre, puoi collegare i conti Avios e PayPal alla carta in modo da tenere traccia di tutto. Per una qualsiasi attività che viene fatta, ti arriverà una notifica. Insomma, sei in una botta di ferro.

Puoi trasferire, a tassi assolutamente vantaggiosi, del denaro in più di 30 paesi a un conto mediamente inferiore rispetto ad altre banche o carte. Nella massima sicurezza, senza spendere un capitale.

Preleva senza particolari commissioni aggiuntive o tassi di cambio che ti prosciugano il conto. E attivare la carta Monese è relativamente semplice. Non c’è bisogno che tu abbia un cospicuo conto in banca.

Il suo utilizzo è molto semplice e puoi avere sempre sotto controllo una panoramica di tutto ciò che succede nella e sulla tua carta. Per aprire il conto ti bastano pochi minuti.

Dall’attivazione, tutte le principali operazioni (come le notifiche e le ricariche) avvengono in maniera istantanea. La nuova sede della società in Belgio ti eviterà qualsiasi problema legato alla Brexit.

I costi

Sono previsti tre piani tariffari per questa carta di debito. Il canone, a seconda del piano, può essere gratuito o avere un costo di 5,95€ al mese. I prelievi e i bonifici sono gratis e puoi usarla anche con Apple Pay e Google Pay.

In base al piano, l’erogazione della carta può essere senza costi aggiuntivi o avere un prezzo di 4,95€. I bonifici SEPA sono gratis e il limite dei prelievi può essere gratuito (al minimo) di 200€ al mese fino a essere illimitati. Anche gli acquisti possono avere un limite e un massimo (rispettivamente di 2000 e 8000 euro).

I piani sono tre Simple, Classic e Premium. Scegli quello che fa per te!

Recensione carta Yap

La carta Yap non è una carta come tutte le altre. Ma, anzi, è dedicata in particolare ai giovani. Non è semplice trovare un qualcosa dedicato a loro in questo ambito poiché, si sa, in particolare dopo il lockdown, la situazione economica non è delle migliori.

Però, prima di entrare nel dettaglio della recensione, vogliamo raccontarti due belle iniziative che caratterizzano proprio la carta Yap.

Le due promozioni

Per aumentare il numero di persone che attivano la carta, sono previste ben due promozioni.

La prima consiste nel vincere 3 mesi di musica senza pubblicità con TIDAL. Basta semplicemente fare una ricarica di 30€ e si riceverà un SMS o una mail con il codice da inserire su https://tidal.com/yap.

La seconda, invece, consiste nell’accumulare dei gettoni per avere poi degli sconti su alcuni ecommerce online. Senza entrare troppo nel dettaglio, si va dal poter ricevere 1 Moneta per ogni giorno in cui aprirai l’app dedicata a 10 monete se inviti un amico su YAP o se ricarichi almeno 25€.

I costi

I costi di emissione della carta sono pari a 9,95€ mentre non c’è alcun canone. Ovviamente, il costo di emissione è pari a una tantum. Il prelievo in contanti prevede una commissione di 1€ se lo fai in zona Euro mentre di 4€ se, invece, sei fuori dalla zona Euro.

La ricarica può essere gratis o costarti 2,50€ a seconda delle modalità mentre i trasferimenti di denaro all’interno del circuito stesso sono gratuiti.

Sul tasso di cambio quando prelevi è prevista una maggiorazione del 2%.

I Limiti di prelievo e ricarica

Ovviamente, come quasi tutte le carte, e a maggior ragione questa che è dedicata ai ragazzi, ci sono dei limiti di prelievo e di ricarica. Ad esempio, il plafond preimpostato massimo sulla carta è di 1500€, che corrisponde anche al massimale di ogni mese.

Un limite che, in alcuni caso, diminuisce se usi i contanti. Se usi SisalPay, infatti, il limite giornaliero di ricarica è di 200€ e l’operazione puoi effettuarla 2 volte. Praticamente, sommando il limite sale sì a 400€ ma scaglionata in due sessione.

Nel limite del massimale mensile, il prelievo ATM non può i 500€ giornalieri. Delle precauzioni giuste per una carta che, al netto ovviamente dell’efficace sistema di sicurezza tra notifiche push e segnalazioni in caso di movimento sospetti, deve tutelare prima di tutto il target a cui è stata dedicata. I ragazzi, appunto.

Recensione carta Soldo

La recensione della carta che andrai a leggere in questo approfondimento è un po’ diversa dalle altre. Non perché ti diremo cose diverse ma è proprio la carta che ha uno specifico target.

È rivolta, infatti, in particolare, ad aziende, professionisti e onlus. Perché? Lo vedrai a brevissimo!

I vantaggi

Con questa carta potrai gestire sotto un’unica procedure tutte le varie spese che hanno le aziende: dai dipendenti ai fornitori passando per i collaboratori. Infatti, puoi associare la carta a un tipo di spesa ben specifico e hai anche l’occasione, risparmiando, di prenderne più di una.

Ciò significa che puoi impostarle e personalizzarle come meglio credi. Ponendo limiti e paletti in una determinata area e non in un’altra.

La carta ‘gira’ con il sistema Mastercard e, quindi, puoi praticamente utilizzarla ovunque. Non è necessario un conto corrente abbinato ma è una carta prepagata con IBAN. È anche contactless.

I costi

Ci sono vari piani che puoi scegliere (e non stiamo qui a dirteli tutti per mancanza di spazio) ma sappi che il costo mensile può variare da zero euro a 9 euro. Il costo di emissione può variare da 10€ per una singola carta oppure, se ne scegli più di una, puoi spenderne anche la metà a carta.

Se ricarichi attraverso un bonifico non ci sono costi mentre se lo fai in contanti, ad esempio attraverso SisalPay, puoi pagare anche 2€.

E i prelievi? Qui dipende molto dalla valuta. In generale, costa 1€ per il prelievo in € mentre se in una valuta diversa il costo sale a 2€ più una percentuale sulla commissione tra l’1% e il 2% che varia a seconda del piano che tu hai scelto.

Quando viene emessa la carta, dovrai pagare 5€ o 10€ (sempre a seconda del piano): in ‘regalo’, però, potrai avere anche un’altra carta. Puoi risparmiare ulteriormente se al posto del prodotto ‘fisico’ decidi di optare per una carta virtuale. Il limite è che quest’ultima può essere utilizzata soltanto online. Quindi hai bisogno di avere con te una connessione internet.

Gli importi

Per gli importi da poter prelevare ci sono dei limiti. Infatti, l’importa massimo ricaricabile è vero, non ha limiti, ma per i contanti questo limite esiste ed è di 10mila euro al mese. Il limite di spese, invece, è di 75mila euro (sempre al mese) mentre il limite di prelievo è di 5mila euro. Il trasferimento dei soldi è, invece, illimitato.

Recensione carta Oval Pay

Oggi è il turno di parlarti della carta Oval Pay. Una recensione breve ma dettagliata che va dritto al punto. Ecco, quindi, le caratteristiche principali di questa carta.

Cos’è e quali sono i costi

La carta Oval Pay è una carta associata al conto Oval e ‘gira’ attraverso il circuito Visa.

I costi sono notevolmente bassi. Prima di tutto non c’è alcun canone mensile (né annuale) da pagare. Nessun costo nemmeno per i bonifici e i trasferimenti di denaro. Una particolarità? Tra gli utenti Oval puoi anche chiedere, inviare e ricevere denaro in tempo reale.

Sono gratuiti anche i prelievi dai vari ATM e puoi anche fare versamenti in contanti nei vari punti (ne sono più di 15mila) convenzionati in tutto il nostro paese.

Non tutto, però, ovviamente è gratis, come è naturale che sia. Se vuoi pagare i bollettini postali, evitando la fila presso gli uffici pubblici, c’è una piccola commissione di 2€ da dover pagare.

I prelievi sono sì gratuiti, ma se li fai presso altri esercenti e non la banca ti costano 1€ mentre il costo sale a 2,5€ se la valuta non è Euro.

Se perdi la carta, nessun problema. Tu basta bloccarla e nessuno potrà fare operazioni. Però, per poter riaverne una nuova, sostituendola a quella vecchia, c’è una commissione di 5€ da dover pagare. In ogni caso, però, i tempi sono molto stretti e non resterai per molto tempo senza.

I vantaggi

Tra i vantaggi si deve menzionare la sicurezza. Con l’apposita app riceverai anche una notifica per ogni transazione e, inoltre, puoi attivare un efficace sistema di controllo delle spese di gestione, impostando, magari, anche degli obiettivi che tu vuoi raggiungere.

Puoi anche pagare nei negozi di tutto il mondo (ovviamente che accettano il circuito VISA) o anche, attraverso i contanti, depositare i soldi sulla carta.

Puoi fare praticamente numerose cose, senza l’assillo di attivare un nuovo conto corrente, con tutte le spese e la burocrazia che ne deriva.

Sulla carta, infatti, puoi anche vederti accreditato lo stipendio e la pensione e gestire il conto Oval Pay direttamente dallo smartphone.

Secondo numerosi rumors, inoltre, c’è la possibilità di poter integrare anche numerose altre funzionalità, tra cui il pagamento degli F24 o poter effettuare una ricarica telefonica. A portata di mano, a portata di smartphone.

E la sicurezza? Anche in questa occasione, nulla viene lasciato al caso. C’è l’autorizzazione da parte della FCA Financial Conduct Authority.